Informazioni sui codici LEI | Elenchi dei codici

Elenco delle autorità di registrazione della GLEIF



La Global Legal Entity Identifier Foundation (GLEIF) pubblica l’‘Elenco delle autorità di registrazione’ (Registration Authorities List) (download disponibile sotto). L’elenco contiene più di 650 registri delle imprese e altri organi di registrazione competenti, e assegna un codice univoco a ciascun registro. In futuro, gli organismi che emettono Identificativi della persona giuridica (LEI) riporteranno tale codice nei loro processi di emissione dei LEI e nelle loro comunicazioni.

A marzo 2018, la GLEIF ha pubblicato la versione 1.3 dell’Elenco delle autorità di registrazione.

L’implementazione dell’Elenco delle autorità di registrazione della GLEIF incrementa ulteriormente l’affidabilità e la fruibilità dei dati relativi ai LEI.

Sintesi: riferimento incrociato tra i dati della persona giuridica e un organismo di autorizzazione locale

Il codice LEI crea un collegamento con informazioni di riferimento chiave che consentono di identificare in modo chiaro e univoco le persone giuridiche coinvolte nelle transazioni finanziarie. In estrema sintesi, l’insieme di dati associati ai codici LEI pubblicamente accessibile rappresenta una sorta di elenco globale che accresce enormemente la trasparenza all’interno dei mercati finanziari. Il raggiungimento di questo obiettivo è subordinato alla disponibilità di dati sicuri, aperti e attendibili.

Il processo teso a garantire la qualità dei dati relativi ai codici LEI comincia dall’entità che effettua la registrazione. Mediante una autoregistrazione, l’entità che effettua la registrazione deve fornire dati di riferimento accurati sulla persona giuridica all’organismo prescelto di emissione del LEI. Gli emittenti di codici LEI (chiamati anche ‘Local Operating Units’, o LOU) forniscono servizi di registrazione, rinnovo e di altro tipo, e fungono da interfaccia principale per le persone giuridiche che desiderano richiedere un codice LEI.

L’Elenco delle autorità di registrazione pubblicato dalla GLEIF standardizza per la prima volta i dati di riferimento incrociati forniti dalla persona giuridica al proprio organismo di autorizzazione locale. Mediante questo elenco, la GLEIF consente agli utenti dei dati relativi ai LEI di collegare più facilmente i codici LEI con altre fonti di dati.

Gli emittenti di codici LEI devono assicurarsi che i riferimenti incrociati con gli organi di autorizzazione locali siano standardizzati e archiviati in un registro associato al LEI

Gli utenti dei dati relativi ai LEI saranno in grado di identificare la fonte dell’autorizzazione associata alla persona giuridica. Il codice pertinente farà parte delle informazioni che confluiscono nel registro LEI. Tutti i registri LEI sono di pubblico dominio e possono essere visualizzati gratuitamente mediante l’Indice globale di codici LEI.

I formati ‘Common Data File’ (CDF) definiscono le modalità con cui le organizzazioni che emettono Identificativi della persona giuridica (LEI) devono comunicare i loro codici e dati di riferimento. In base a tale standard, gli emittenti di codici LEI identificheranno l’organismo di autorizzazione locale associato alla persona giuridica utilizzando il campo ‘BusinessRegisterEntityID’, contenente due elementi:

  • Register: Un codice che identifica il registro di commercio o un altro organismo di registrazione che ha fornito il valore EntityID (cfr. punto successivo). In futuro, questo sarà il codice assegnato a un organismo di autorizzazione incluso nell’Elenco delle autorità di registrazione della GLEIF.
  • EntityID: Identificativo (numero locale) della persona giuridica così come detenuto dall’organismo di autorizzazione.

Qualora tale ID non fosse disponibile, il registro può essere comunicato anche senza l’associazione all’EntityID.

Implementazione dell’Elenco delle autorità di registrazione della GLEIF

La GLEIF monitorerà l’osservanza da parte degli emittenti di codici LEI dell’Elenco delle autorità di registrazione sulla base dei seguenti criteri:

  • Entro dodici mesi dopo la data di pubblicazione iniziale dell’Elenco delle autorità di registrazione, il 99% di tutti i codici LEI emessi dopo quella data dovrebbe indicare il codice dell’autorità di registrazione specificato in questo elenco e l’EntityID utilizzato da tale organismo di autorizzazione per identificare la persona giuridica.
  • Entro diciotto mesi dopo la data di pubblicazione iniziale dell’Elenco delle autorità di registrazione, il 98% di tutti i codici LEI emessi dovrebbe soddisfare tali requisiti.

L’Elenco delle autorità di registrazione della GLEIF continuerà a evolvere. Le richieste di cambiamenti o i commenti relativi al documento vanno inviati a RAList@gleif.org.

L’Elenco delle autorità di registrazione della GLEIF è disponibile in quattro formati (v. di seguito).


File associati da scaricare

  • File PDF, facile da leggere e consultare. Il documento PDF contiene anche un registro delle modifiche dalla versione 1.0 a quella attuale: Elenco delle autorità di registrazione della GLEIF v.1.3 (GLEIF Registration Authorities List v1.3)

  • File Excel, utilizzabile nelle principali applicazioni per fogli di calcolo: Elenco delle autorità di registrazione della GLEIF v.1.3 (GLEIF Registration Authorities List v1.3)

  • File CSV, per l’elaborazione e l’analisi automatiche con altri strumenti di programmazione tecnici: Elenco delle autorità di registrazione della GLEIF v.1.3 (GLEIF Registration Authorities List v1.3)

  • File Excel con tutte le modifiche rispetto alla versione 1.2 evidenziate per un raffronto: Elenco delle autorità di registrazione della GLEIF v.1.3 (GLEIF Registration Authorities List v1.3)